www.slotmachinevlt.com Maxi penali per le slot fuorilegge

E’ stato confermato il sequestro di 29,5 milioni di euro nei confronti di Bplus da parte della prima sezione d’appello della Corte dei Conti riguardo il procedimento sulle maxipenali newslot.
Secondo la prima sezione sussiste il pericolo nel ritardo “periculum” che deve necessariamente essere affermata nei ricorsi finalizzati all’ottenimento di un provvedimento cautelare di tipo reale affinché venga concesso il provvedimento richiesto ed anche la seconda condizione, la così detta “Fumus boni iuris” che indica la presunzione dell’esistenza di sufficienti presupposti per applicare un istituto giuridico.
Infatti sussistono una serie di fattori che pesano sulla vicenda come la condanna in primo grado di 845 milioni in confronto alla modesta cifra del sequestro (29,5 milioni) ed i successivi accertamenti patrimoniali da parte della Finanza.
Oggetto del sequestro sarebbe lo 0,5% del Preu che i concessionari restituiscono annualmente quando raggiungono determinati livelli di servizio.
Il giudizio d’appello si stà svolgendo di fronte alla terza sezione che è anche la stessa che ha ordinato il sequestro in quanto la Bplus ha fatto sapere attraverso i propri avvocati che il provvedimento è inammissibile e da respingere per varie defezioni di carattere puramente cavillico.
Ora si stanno effettuando tutte le verifiche giudiziarie sull’intero caso, nei prossimi giorni verremo a sapere ulteriori notizie anche perchè l’udienza in merito è stata fissata per il 9 di luglio.

 

fonte www.slotmachinevlt.com